Scolapasta, rivoluzioni, arpioni e pastis #1

Quattro autori da (ri)leggere
con Francesco Moscatelli

Quattro mondi letterari da esplorare in lungo e in largo, anche per chi già li conosce perché «rileggere non è ripetersi, ma dare una prova sempre nuova di un amore instancabile».

6/10 ore 18 Mordecai Richler
Lo scrittore di Montreal (mancato nel 2001), conosciuto nel mondo per La versione di Barney (Adelphi), ha scritto altri romanzi sulla comunità ebraica del Québec nella quale è cresciuto, sulla storia del Canada e sulle peripezie della sua vita di aspirante romanziere. Con Marcello Potocco.

13/10 ore 18 Ryszard Kapuściński
L’inviato di guerra polacco, autore di reportage sulla caduta dello Scià di Persia e sulle dittature africane, è il modello a cui si ispirano ancora oggi gli inviati di guerra più coraggiosi e intraprendenti. È morto nel 2007 e in Italia i suoi libri sono usciti quasi tutti da Feltrinelli. Con Alessandro Rota e Andrea Sceresini.

20/10 ore 18 Francisco Coloane
L’autore cileno, morto nel 2002 a Santiago, ha ispirato Bruce Chatwin e contribuito a creare il mito della Patagonia. Fu marinaio, gaucho, viaggiatore e mille altre cose. Ha raccontato i mari del Sud e gli uomini che ci vivevano, era amatissimo da Luis Sepúlveda. È pubblicato da Guanda. Con Filippo Femia.

27/10 ore 18 Jean-Claude Izzo
Il romanziere francese morto nel 2000 è considerato il capostipite del noir mediterraneo con la sua trilogia ambientata a Marsiglia e incentrata sull’investigatore Fabio Montale, edita da e/o. Ha scritto anche poesie, saggi e romanzi dedicati agli ultimi. Con Bruno Morchio.